30 November 2016

Conferenza a Firenze su P.A. Florenskij, "il Leonardo da Vinci della Russia"

"Nulla si perde completamente, nulla svanisce, ma si custodisce in qualche tempo e in qualche luogo."
Pavel Aleksandrovič Florenskij

L' Associazione Eumeswil di Firenze propone una conferenza su:

Pavel Aleksandrovič Florenskij


Relatore: Alessandro Giovanardi
Sabato 3 Dicembre, ore 17.00 
Hotel Croce di Malta
via della Scala, 7 – Firenze

Non è certamente agevole sintetizzare le componenti della ricca e poliedrica personalità di questo grande genio e santo della Chiesa ortodossa russa, scienziato, teologo, sacerdote, marito e padre di cinque figli, ingiustamente dimenticato per un cinquantennio, e che alla luce delle opere che cominciano ad essere pubblicate, appare come uno dei maggiori pensatori del xx secolo. Vero é che molti scrittori russi ne avevano già riconosciuta la grandezza: P. Evdokimov ne riconosce la “genialità”, mentre per S. Bulgakov e N. Losskij, Florenskij è il “Leonardo da Vinci della Russia”, la cui opera filosofica e teologica può solo essere accostata, per importanza, a quella di Agostino.

Le commoventi lettere dal gulag alla famiglia sono ora raccolte nel bel volume dal titolo significativo: "Non dimenticatemi". In esse traspare non solo la durezza delle condizioni di vita di un detenuto nel gulag, il suo annientamento fisico, la sua prostrazione psicologica e morale, in esse c’è qualcosa di più e di più sorprendente, tale da imporre anche a noi nuovi interrogativi sul senso della sofferenza estrema, della condanna ingiusta, della morte per annientamento. Forse, al di là di tutti i suoi numerosi scritti scientifici, filosofici, teologici, mistici, il più importante e imperituro messaggio di Florenskij è l’elevatezza eroica della sua testimonianza cristiana nel gulag staliniano.

Questa conferenza conclude il ciclo dedicato al tema "Cultura e censura nell'età della tecnica".

L’Associazione Eumeswil si riserva il diritto d’ingresso, che è ad offerta libera cartacea.

12 October 2016

Censorship and Technology: George Orwell's Animal Farm

Conferenza dell'Associazione Eumewil su:

George Orwell e "La Fattoria degli Animali"

Sabato Ottobre 15, 17h
Hotel Croce di Malta
via della Scala 7
Firenze

Con questo incontro inizia la seconda parte del ciclo di conferenze "Cultura e censura nell'età della tecnica", a cura dell'Associazione Eumeswil di Firenze.

Angelo Arciero e Rocco Pezzimenti parleranno di "Orwell e La fattoria degli animali". Individuando nel totalitarismo il principale avversario della creazione artistica, ma ponendo sotto accusa anche i processi di massificazione in atto nelle democrazie capitaliste, lo stesso Orwell, riferendosi

17 May 2016

CONFERENZA: Ernst Jünger tra censura e tecnica

Cari soci e simpatizzanti, siamo lieti di invitarVi ad un incontro dal titolo generale:


ERNST JÜNGER - TRA CENSURA E TECNICA

Sabato 21 maggio, ore 17
Hotel Croce di Malta
Via della Scala 7, Firenze

RelatorI: Valentina Menesatti e Pietro Piro.


Pierluigi Moressa al termine ci leggerà pagine tratte da Sulle scogliere di marmo di Ernst Jünger. Nel corso dell' incontro si esaminerà la possibilità di raggiungere zone sottratte al potere del Leviatano tecno-logico, dove l'uomo può incontrare se stesso e la propria divina potenza, lontano dal deserto del nichilismo. Che ne sarà dell' uomo? Se il destino della tecnica è quello di accrescere sempre di più la

3 May 2016

CONFERENZA EUMESWIL: "Grandi scrittori perseguitati: Bulgakov e Solženicyn"

Relatori: Gabriella Elina Imposti e Giovanni Antonucci.

Sabato 7 maggio - ore 17

Hotel Croce di Malta
Via della Scala 7
Firenze

Programma

La censura e il rapporto tra scrittore e potere è uno dei temi che percorrono come un filo rosso il romanzo Il Maestro e Margherita, che è uno dei più celebri della narrativa mondiale del Novecento. Non è difficile vedervi chiare allusioni autobiografiche al sofferto e contraddittorio rapporto dello scrittore con la sua "arte" da un lato e il potere dall'altro. Come il Maestro, Michail Bulgakov in un momento di disperazione distrusse una prima versione del suo romanzo per poi "resuscitarlo" dalle fiamme e completarlo poco prima di morire di una grave malattia che lo aveva privato della vista.

15 March 2016

Cultura e Censura nell'Età della Tecnica - Ciclo Conferenze Associazione Eumeswil 2016

Ecco gli incontri dell'anno 2016 dell'Associazione Eumeswil (English translation below):

CULTURA E CENSURA NELL' ETA' DELLA TECNICA

Dal punto di vista della filosofia del diritto, la censura è quella attività repressiva esercitata dallo Stato mediante preventivo controllo per impedire il diffondersi di notizie o di opere letterarie che potrebbero risultare lesive del buon costume oppure dell' ordine pubblico. In un' epoca in cui si assiste alla scomparsa del buon costume e alla parodia sempre più marcata dell' ordine pubblico, si potrebbe credere che la censura non abbia più motivo di esistere. Invece nel corso del ventesimo secolo la sua forza si è enormemente accresciuta. Se prima si sopprimevano alcune righe di un testo, ora si sopprime un intero libro e talvolta il suo stesso autore.

Il ciclo di incontri promosso dall' Associazione Eumeswil si propone di indagare quali sono i motivi e le modalità di questo fenomeno apparentemente contradditorio, il cui risultato è l' impoverimento della cultura e l' affermazione del blablà o "pensiero unico" per mezzo della tecnica. Download programma

Con la speranza di averVi fatto cosa gradita, inviamo cordiali saluti,
Segreteria, Associazione Eumeswil

Conference series 2016 of the Association Eumeswil in Florence:

CULTURE AND CENSURE IN THE AGE OF TECHNOLOGY

Sat 19 March 
The case of Guido Morselli and the responsibility of publishers
Speakers: Valentina Fortichiari and Mario Baudino

4 February 2016

Ernst Junger: a man for all cultures?

From the "European Commission - Research & Innovation" website, this summary of Christophe Fricker's research project on Ernst Jünger's extensive travel writings (original here).

Ernst Junger: a man for all cultures?
EU-funding helped scholar Christophe Fricker restart his academic career and link it up with his experiences in the business world. His research has shed new light on the life and writing of controversial German author Ernst Junger.
Photo of a dried leaf on a book
© spql - fotolia.com
Jünger had written some 50 volumes of diaries, novels, stories and essays by the time he died in 1998 at the age of 102. Along the way he received praise and honours as a master stylist and early analyst of social and technological networks, while being denounced by others as a German nationalist and Nazi apologist.
Fricker stepped into this divide with the help of a Marie Curie Fellowship grant and came down on the side of Jünger as a man who valued all cultures. The Fellowship allowed Fricker to break new ground in understanding Jünger through research into the author’s extensive travel writing and other documents.

24 November 2015

Conferenza a Firenze su Ernst Jünger e il dolore

Cari soci e simpatizzanti,

Vi invitiamo a partecipare sabato 28 novembre alle ore 17 presso le Scuole Pie Fiorentine, Via Lamarmora 35 all'ultima conferenza del ciclo di conferenze su: Il mistero dell'esistenza nella letteratura europea del '900 in cui si parlerà di:

"ERNST JÜNGER: IL DOLORE E IL MISTERO DELL'ESISTENZA"

Ospite della serata sarà Giampiero Moretti, ordinario di Estetica presso l'Università degli Studi di Napoli - Orientale. Studioso del romanticismo tedesco e di Heidegger. Nel corso della conferenza si prenderà in esame lo scritto di Jünger intitolato "Sul dolore" e si cercherà di interrogarsi sul rapporto tra "dolore" e "mistero dell'esistenza".

Per maggiori informazioni: http://eumeswil.cc

RingraziandoVi per l'attenzione e attendendoVi all'incontro, Vi inviamo cordiali saluti. Segreteria, Associazione Eumeswil

6 October 2015

STURM by Ernst Jünger now available in English from Telos Press

from the Telos Press website...:

Sturm by Ernst Jünger

Translated by Alexis P. Walker
With an Introduction by David Pan

Set in 1916 in the days before the Somme offensive, Ernst Jünger's Sturm provides a vivid portrait of the front-line experiences of four German infantry officers and their company. A highly cultivated man and an acute observer of his era, the eponymous Lieutenant Sturm entertains his friends during lulls in the action with readings from his literary sketches. The text's forays into philosophical and social commentary address many of the themes of Jünger's early work, such as the nature of war, death, heroism, the phenomenon of Rausch, and mass society. 

Originally published in installments in the Hannoverscher Kurier in 1923, Sturm fell into obscurity until 1960, when it was re-discovered and subsequently re-published by Hans Peter des Coudres, a scholar of Jünger's work.

7 August 2015

EUMESWIL again available! From Sept 1, 2015

Telos Press has just announced their newest Ernst Jünger publication: a republication of Eumeswil in the superb original Neugroschel translation!!

This is, in my opinion, their most important contribution yet to the dissemination of an author so under- and misread in the Anglo-Saxon world. For years now the original Marsilio publication (Eridanos Library, 1993) has been unavailable, or at least unavailable at normal prices, since single copies occasionally appeared on Amazon for $300 or more. Apparently there is demand, which underlines the importance of Telos making this "bible" of mature Jüngerian thought available to the normal reader at only $26.95.

But most importantly, this new Eumeswil makes the author's critical concept of the anarch again accessible for study and discussion through the life and reflections of its protagonist and proto-anarch, Martin Venator.

(For a taste of the anarch's worldview and life-strategy, see my partial compilation of anarch quotes from Eumeswil.)

I encourage you to buy directly from Telos Press - so giving them, the worthy beneficiaries, Amazon's cut,

7 May 2015

Nuova antologia in italiano su Ernst Jünger

Una nuova antologia su Ernst Jünger è appena uscita - curato da Luigi Iannone (relatore nel ciclo conferenze 2012 dell'Associazione Eumeswil sul tema La grande paura). 

Testo copiato dal suo sito:

Questo libro è una novità nel panorama editoriale italiano. Innanzitutto perché vi collaborano ben trenta autori tra esperti, docenti e ricercatori universitari impegnati in varie discipline (Germanistica, Filosofia, Storia delle dottrine politiche, Diritto, Psicologia, Economia, eccetera).

E poi perché, in genere, i lavori collettanei si concentrano su un unico argomento,oppure, al contrario, diventano un insieme confuso di saggi che non vanno oltre la cifra agiografica o celebrativa mentre, nel caso specifico, l’intento è quello di offrire una prospettiva analitica sull’intera opera di Ernst Jünger.